La Storia di una festa… di cambiamento!

BismiLlah Al Rahman Al Rahim

alhamduliLlah ua assalatu ua assalamu ‘ala Rasuli Llah

AlhamduliLlah, è arrivata la Festa della rottura del digiuno (°Id Al-Fitr) portando con sè un velo di malinconia e nostalgia per la fine del mese benedetto di Ramadan. La gioia del vedere la comunità, del compiere assieme la Salat della °Id, del donare e ricevere dolcetti dalla sorella che ti sta accanto è grande. Questa Fede è meravigliosa, alhamduliLlah per l’Islam, alhamduliLlah, alhamduliLlah.

Il sorriso dei bambini e l’immensa gioia che ricopre i loro volti mi han fatto ricordare il primo °Id vissuto da bimba, di cui ho un chiaro ricordo fino ad adesso, subhanaLlah. Era il 1990 e la mia cara mamma ci aveva vestiti e preparati per andare alla Salat dell’°Id col papà… allora non lo sapevo, ma le tradizioni distorte e l’allontanamento dalla Sunnah del Messaggero, pace e benedizione su di lui, avevano creato una convenzione errata anche per il giorno della Festa: le donne sarebbero rimaste a casa mentre gli uomini si sarebbero recati alla Salat. Quell’°Id però sarebbe stato un °Id diverso… subhanaLlah.

Andammo col papà al parco vicino al Centro di Cultura Islamica poichè la Sunnah (l’insegnamento del Messaggero pace e benedizione su di lui) era che la Salat della °Id si facesse in un posto aperto  perchè ci potessero partecipare tutti, anche le donne mestruate e puerpere (e anche per il fatto che la struttura che fungeva da Centro era incapace di contenere un alto numero di fedeli che allora accorrevano dalla città e dalla provincia per quel giorno importante). Il campetto sportivo, come lo spazio che lo circondava, erano pieno di fedeli.. la sorpresa fu che dopo la Salat mio padre mi disse: “Guarda chi c’è! Vai a salutare!”. C’era la moglie del nostro caro Presidente e la moglie di uno dei responsabili, che coraggiosamente si erano fatte avanti per assistere anche loro alla Salat della °Id! Andai a salutare tutta contenta.. perchè quello fu l’ultimo °Id senza la presenza femminile della nostra comunità; da allora, come l’Islam insegna e raccomanda, tutte le mamme erano presenti alla Festa… e questo rendeva la felicità ancora più grande, e la Festa una vera e propria Festa per tutti. AlhamduliLlah!