Un cammino per Te, solo per Te…

Nel nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso

paradise-engineering

Nel 2002 frequentavo un gruppo di suore e mi incontravo con un gruppo di ragazze; più andavo avanti però più mi rendevo conto che questi incontri spiritualmente non mi davano niente. Così accadde la grande disgrazia dell’11 settembre alle Torri gemelle, ed è stato allora che ho iniziato a pormi delle domande sulla religione islamica. Navigando su internet cercai la parola Islam ed è così che scoprii il Corano e leggendolo capii che quella era la mia vera spiritualità al hamdu lillah perché qualcosa dentro di me stava cambiando ed era come se sentissi un’altra persona dentro di me… era proprio la mia anima che stava riacquistando una personalità.

Così iniziai a leggere tutto ciò che trovavo sulla donna musulmana e altro e più leggevo e più pensavo che quella era la mia strada; e dopo aver avuto dei riferimenti su persone che potevo contattare, iniziai a fare la preghiera di nascosto a casa mia, ma mia madre mi chiedeva il motivo per cui non andavo più in chiesa e allora iniziavano le prime discussioni.

Siamo 7 figli, potete immaginare… io ero la più piccola e la più combattiva, così decisi per il bene di tutti di partire e ai miei genitori dissi che partivo perché volevo trovare un lavoro che nella mia città a causa della crisi non avrei mai trovato. Dissi  di aver conosciuto delle persone che mi avrebbero dato una mano, così feci il biglietto e partii, essendo cosciente di aver dato un grande dolore ai miei genitori ma era tempo ormai di pensare alla mia vita.  Appena salii sull’aereo meisi il foulard e da allora non l’ho più tolto.

Al hamdu lillah bene sono arrivata da Cagliari al Sud, a Bolzano nel più alto nord e lì ho iniziato a vivere il mio ISLAM, sempre con Allah al mio fianco, con la famiglia avevo rotto i legami e l’unica persona con cui riuscivo a parlare dopo un paio di mesi fu’ ma madre, che è stata per me fondamentale per comunicare successivamente con gli altri membri della mia famiglia.

Ho rivisto mia madre, un fratello e una sorella dopo che è nato il mio primo figlio; quando chiesi a mia madre di venire a vederlo, sono venuti rimanendo con me 4 giorni, ma al hamdu lillah ero molto contenta anche perché al suo rientro mia madre disse agli altri che facevo una vita normale e stavo bene, sicuramente gli altri pensavano di vedermi vestita come le sorelle che portano il niqab e che fanno vedere in televisione.

Dopo due anni di pieni momenti tristi ma anche belli ho conosciuto mio marito, con cui oggi vivo assieme a due bimbi alhamduliLlah.

Dopo il matrimonio e i due figli ho riavvicinato un pò la famiglia, ci siamo reincontrati anche se per brevi periodi: l’ignoranza da parte loro è rimasta ma almeno ho portato a loro la conoscenza di una faccia dell’Islam, che non è quella che sentono in tv.  Alcune volte sento la mancanza di mia madre ma al hamdu lillah ognuno di noi deve scegliere la propria strada e spero insha allah che Allah sia contento di me. Il Corano è la soluzione ai nostri problemi, soprattutto è la religione come dicevo all’inizio che mantiene viva la tua anima attraverso l’amore per Allah l’Altissimo, che è l’unica che può salvare il tuo corpo dal peccato e dal male. Baraka allahu fikum, fi amani allah

Zaynab Um Ayoub